Natura e cultura

IL SALOTTO DELLA VALLE DI NON

Fondo, il salotto della Valle di Non, ha il suo punto di aggregazione in piazza San Giovanni, ora impreziosita da un nuovo look, fra cui spicca l'idrocronometro astronomico ad acqua, pezzo unico, ideato dagli orefici Giuliano e Lorenzo Zanoni e costruito dal maestro Alberto Gorla, noto anche per aver restaurato l'orologio della Torre di Mori a Venezia. L'orologio, di alto valore tecnologioco e artistico, presenta i quadranti dell'ora, delle fasi lunari, dei segni zodiacali e il calendario dei giorni del mese e della settimana.

 

FONDO, NATURA E ARTE

Le rigogliose pinete, l’aria tersa di montagna, le acque cristalline dei torrenti e dei laghetti alpini di Fondo e Tret, le verdi praterie da percorrere agevolmente a piedi o in bicicletta, potrebbero forse far dimenticare la ricchezza artistica e culturale, che si manifesta in molteplici tesori d’arte, quali le chiese di San Martino, di San Rocco, di Santa Lucia e i numerosi affreschi cinquecenteschi, caratteristici nel centro storico. Dal 2012, Fondo può vantarsi del riconoscimento “Comune 100% Rinnovabile”. Legambiente premia con questo marchio il virtuosismo dei comuni nell’attuare politiche di risparmio energetico.

 

UN'AVVENTURA...

A dividere prodigiosamente in due l'abitato di Fondo è il suggestivo canyon, scavato da Rio Sass in milleni di lenta erosione. Dall'incanto del Lago Smeraldo si diparte l'agevole percorso attraverso il burrone , in un susseguirsi di scoperte, sorprese e a avventure, in tutta sicurezza.
Nella vicina frazione di Tret, si trova un'incantevole cascata, che, con un salto di oltre 70  metri, è resa ancora più spettacolare della parete di roccia che l'abbraccia.

 

INCANTO D'INVERNO

Le gradi praterie innevate si prestano ad escursioni con sci da fondo e racchette da neve, la cui espressione più celebre è "La Ciaspolada", la più importante manifestazione mondiale del settore.
Esperienza unica è pattinare sul lago Smeraldo o nel palazzetto del ghiaccio, dove si pratica anche l'hockey e il pattinaggio artistico. In dicembre, quando il cielo è blu come non mai, le luci natalizie animano il centro storico di indimenticabili suggestioni rendendo questa stagione di silenzio, della pace in cui apprezzare al meglio il caldo tepore di un caminetto.

 

LA MAGIA DELL'ESTATE

Il frinire delle cicale, il profumo del fieno appena tagliato, lo scintillo delle lucciole nelle caldi notti d'estate ci annunciavano l'arrivo della stagione più magica. Tra le manifestazioni più amate trionfano i sapori della "Cosina Nonesa", sagra enogastronomica alla riscoperta delle antiche tradizioni culinarie e la rievocazione storica dei pellegrinaggi votivi medioevali a Santiago de Compostela.